Shampoo bio

Se stai cercando uno shampoo bio, uno shampoo naturale o addirittura il migliore shampoo bio, sei nel sito web giusto.

Nel caso tu sia interessato a conoscere meglio il mondo dello shampoo, dagli shampoo classici, agli shampoo bio, passando per gli shampoo naturali fatti in casa, ti invitiamo a continuare nella lettura, oppure puoi cliccare qui sotto l’argomento a cui sei più interessato.

Shampoo

Lo shampoo è un prodotto utilizzato per la pulizia e la cura dei capelli e del cuoio capelluto.

Per farti capire fin da subito il tono con cui tratteremo questo tema, ti sveliamo che il plurale di shampoo, shampi, non si usa.

Le proprietà detergenti, per la maggior parte degli shampoo e nell’uso più comune, sono efficaci solo se abbinate all’elemento naturale più importante che utilizziamo quando ci facciamo una doccia, l’acqua.

Esiste comunque anche lo shampoo secco, la composizione si sparge nei capelli senza bagnarli, la pulizia con quello che si definisce anche, shampoo a secco invece, viene effettuata spazzolando. Non è necessario nemmeno il risciacquo ma è sufficiente spolverare i capelli, magari con un pettine o una spazzola. Può essere una procedura comoda, anche se tutti sappiamo che non è molto utilizzata.

Esistono molte tipologie di shampoo, concepiti per soddisfare le esigenze più disparate, ne citiamo alcuni tra i più utilizzati e comuni.

Lo shampoo antigiallo, utilizzato normalmente per eliminare una antiestetica tonalità giallastra e ravvivare i capelli grigi, bianchi o con una tonalità bionda molto chiara, oppure in seguito a decolorazioni.

Lo shampoo colorante, lo dice la parola stessa, viene usato da donne e uomini per la colorazione dei capelli. Lo si trova in commercio con numerose tonalità, l’utilizzo è molto semplice ed è normalmente indicato nella confezione.

Altri tipi di shampoo come lo shampoo secco bio, lo shampoo antiforfora, lo shampoo anticaduta, lo shampoo per capelli grassi li descriveremo in seguito, tutti naturalmente nell’ambito degli shampoo bio.

Ci sarà anche una sezione dedicata a quello, che a nostro parere, è lo shampoo bio migliore (va ad ancoraggio home).

E quali sono, secondo la nostra opinione, le migliori marche produttrici di shampoo bio, cliccate qui (va ad ancoraggio home) per scoprirlo.

Ora però approfondiamo un argomento molto importante, come sono realizzati, quali sono i componenti e le differenza, tra lo shampoo classico e lo shampoo bio.

Shampoo classico

La definizione shampoo classico la utilizziamo per identificare i prodotti realizzati con tensioattivi chimici, il fine è distinguerli da qui in avanti dai prodotti definiti shampoo bio o shampoo naturali.

Come anticipato quindi, lo shampoo classico è quello dove è possibile trovare tra gli ingredienti dei tensioattivi chimici, vengono utilizzati perché a contatto con l’acqua rimuovono lo sporco dai capelli e cute, purtroppo con la loro azione in alcuni casi troppo aggressiva, potrebbero danneggiare nella zona in cui sono stati utilizzati, la protezione biologica predisposta dal nostro corpo contro i batteri.

I tensioattivi chimici si possono identificare nell’etichetta del prodotto definita INCI, nello specifico è in ambito cosmetico, l’elenco degli ingredienti utilizzati, i tensioattivi chimici si trovano sotto forma di queste definizioni, SLS e SLES.

Altri componenti presenti negli shampoo classici che possono creare problemi ai capelli sono i petrolati, dei derivati dal petrolio, i parabeni, elementi chimici organici e i siliconi, che non essendo biodegradabili sono inquinanti per l’ambiente.

E’ possibile vi sia inoltre la presenza di altre sostanze, potenzialmente pericolose per l’essere umano.

Dalle ricerche effettuate nel web, possiamo identificare quali sono i tensioattivi chimici più comuni, utilizzati negli shampoo classici, ne elenchiamo alcuni di seguito:

  • Il cyclopentasiloxane
  • Il dimethicone
  • Il dimethiconol
  • Il sodium laureth sulfate (o sodium lauryl ether sulfate)
  • Il sodium lauryl sulfate
  • Il methylparaben
  • Il propylparaben
  • Il paraffinum liquidum
  • Il petrolatum

Quanto elencato ha indotto molte persone ad utilizzare altri tipi di shampoo, i cosiddetti shampoo bio.

Ma perché hanno fatto questa scelta? E come sono composti?

Shampoo bio

Lo shampoo bio, acronimo dello shampoo biologico, è realizzato con l’utilizzo di ingredienti naturali, è concepito per non danneggiare la pelle, alterare il suo pH e ridurre l’inquinamento ambientale.

Non sono quindi presenti nella composizione dello shampoo bio, sostanze chimiche quali petrolati, parabeni e i siliconi descritti in precedenza per gli shampoo classici, in quanto vengono sostituiti da estratti di erbe, minerali naturali ed oli.

Gli shampoo biologici sono consigliati anche per chi ne fa un uso quotidiano, grazie ai loro ingredienti naturali vegetali.

Oltre agli store online è possibile acquistare gli shampoo bio in farmacia, oppure potete trovare lo shampoo bio al supermercato ed in negozi dedicati alla cura della persona.

Shampoo naturale utilizzo

Scegliere lo shampoo bio, che possiamo identificare anche come shampoo naturale per capelli, adeguato per le proprie necessità, non è sempre cosa facile.

Lo shampoo naturale senza prodotti chimici, richiede costanza nell’utilizzo, normalmente i risultati non sono visibili nell’arco di un breve periodo.

E’ possibile che i capelli, ai primi utilizzi di uno shampoo naturale, appaiano rinsecchiti e poco brillanti, è il risultato della rimozione dei prodotti chimici utilizzati negli shampoo classici.

L’utilizzo degli shampoo naturali, perché sia efficace, richiede un iter più lungo degli shampoo classici, è necessario scegliere il migliore shampoo bio, adatto per i propri capelli.

Come per gli shampoo classici, sono presenti in commercio varie tipologie di shampoo naturali, citiamo lo shampoo secco naturale, lo shampoo naturale capelli grassi, lo shampoo bio per capelli ricci, lo shampoo naturale anticaduta e lo shampoo bio per bambini.

Oltre ai luoghi citati in precedenza lo shampoo naturale è possibile acquistarlo anche in erboristeria, anche per lo shampoo naturale abbiamo realizzato un elenco, che ha le stesse prerogative dell’elenco relativo al migliore shampoo bio, siamo quindi qui a presentarti la nostra lista relativa al miglior shampoo naturale.

Shampoo naturale fai da te

Molti si chiedono se possibile realizzare uno shampoo naturale fatto in casa. La risposta è sì, nel web si possono reperire molte ricette che ti guidano nella realizzazione di uno shampoo naturale fai da te, ingredienti come ad esempio bicarbonato, tuorli d’uovo, miele, olio essenziale. Il tutto abbinato ad un ingrediente fondamentale come l’acqua e magari del sapone di marsiglia.

E’ possibile optare anche per uno shampoo naturale secco fai da te, dove ad esempio la base potrebbe essere l’amido di mais.

In qualche caso, la scelta di cimentarsi in uno shampoo fai da te, viene in contro ad una esigenza economica. Per ovvi motivi, lo shampoo bio fai da te, è molto probabile costi meno di uno shampoo bio acquistato al supermercato, in farmacia, in erboristeria o online.  

Un’altra ragione che fa propendere le persone verso l’acquisto di uno shampoo bio è l’impatto ambientale.

Infatti molte case produttrici realizzano shampoo biodegradabile.

Shampoo bio degradabile

Lo shampoo biodegradabile, non lo è solo grazie agli ingredienti utilizzati per realizzare il prodotto, come abbiamo citato in precedenza, ingredienti vegetali naturali, ma anche ai materiali con cui è stato realizzato il package.

Il confezionamento dello shampoo biodegradabile è concepito per ridurre al minimo l’impatto ambientale, i materiali che compongono il package sono biodegradabili.

Gli ingredienti con cui sono state realizzate le confezione di shampoo biodegradabili possono essere, ad esempio, amidi di frutta e verdura.

Shampoo bio al supermercato

Come citato in precedenza, ad oggi è possibile reperire gli shampoo bio anche al supermercato o in negozi dedicati alla cura della persona, citiamo Tigotà come esempio.

Alcune brand di supermercati hanno realizzato una loro gamma di prodotti bio, come ad esempio lo shampoo bio Lidl che fa parte della linea PH-BIO Lidl.

Il costo di prodotti come questi, tendenzialmente è più basso della media, noi non ci esprimiamo sulla qualità dei prodotti, potrete trovare numerosi blog nel web che possono darvi un’idea in merito.

Anche in questi casi, la qualità di uno shampoo bio e vincolata ai prodotti presenti nell’inci riportato in esso.

Abbiamo selezionato alcuni dei prodotti che normalmente potrete reperire anche in alcuni supermercati, ma nel caso non vogliate spostarvi da casa e ricevere la merce comodi sul vostro divano, potete sceglierli cliccando qui.

Shampoo bio marche

Ad oggi vi sono numerosi produttori di shampoo bio o shampoo naturale, le realtà imprenditoriali possono essere le più disparate, da brand con fatturati importanti come Biopoint, Alkemilla, Biofficina Toscana, Antos, solo per citarne alcune, a realtà come aziende agricole che realizzano shampoo bio su una scala più ridotta.

Nella pagina dedicata alle marche produttrici di shampoo bio, ne elencheremo alcune dando una breve descrizione della loro storia. Ci teniamo a precisare che, la selezione e l’ordine in cui sono stati elencati i brand, non sono vincolate ad una nostra valutazione sulla realtà aziendale citata.

Clicca qui per andare alla pagina shampoo bio marche.

Shampoo bio migliore

Siamo sicuri che sarai interessato a conoscere qual è lo shampoo bio migliore, è evidente che qualsiasi parere espresso nell’elenco presente in questo sito web è assolutamente un parere soggettivo e non é volto a sminuire altri prodotti non presenti in esso.

Lo shampoo bio migliore, a nostro parere, potrebbe evidentemente non essere lo shampoo bio migliore a tuo parere, ci siamo solo permessi da dare dei consigli senza la volontà di influenzare chi legge, sta a te seguirli o meno.

Dopo questa noiosa premessa, ti invitiamo a la pagina dedicata allo shampoo bio migliore.